5 Valute nazionali che il Bitcoin sta assolutamente distruggendo nel 2020

Il prezzo del Bitcoin è salito del 50% al 128% rispetto alle valute globali dall’inizio del 2020 e gli analisti ritengono che il trend potrebbe continuare.

I dati di un analista pseudonimo hanno confrontato

I dati di un analista pseudonimo hanno confrontato la performance di Bitcoin Evolution rispetto alle valute globali dall’inizio del 2020.

I dati mostrano che il BTC è aumentato di una percentuale compresa tra il 50% e il 128% rispetto alle principali valute mondiali.

L’analista ha detto:

„Aggiornamento sul prezzo del bitcoin in varie valute e su varie fasce orarie. Iniziamo con l’YTD, il prezzo è salito dal 57% nell’UE al 100% più in Argentina, Brasile, SA, Russia, Turchia ecc. (i prezzi si basano sul tasso di cambio ufficiale del dollaro USA e possono differire nella realtà)“.

Bitcoin ha ottenuto risultati significativamente migliori contro la svalutazione delle valute, spesso con alti tassi di inflazione. Ad esempio, il peso argentino ha registrato il 53,9% nel 2019, il più alto da oltre 30 anni.

Contro il real brasiliano e il peso argentino, il Bitcoin ha registrato guadagni del 128,4% e del 103,5%. Anche l’attività digitale ha registrato un guadagno del 56% al 69% rispetto alle valute di riserva come il dollaro statunitense e l’euro.

Anche il bolivar venezuelano ha registrato un forte calo contro il Bitcoin in un contesto di iperinflazione incontrollata. La natura instabile di molte economie dell’America Latina si traduce spesso in nuovi massimi storici per le transazioni peer-to-peer di Bitcoin in Venezuela e Argentina.

Dall’inizio del 2020, importanti investitori di Wall Street, come il miliardario Paul Tudor-Jones, hanno descritto il Bitcoin come una potenziale copertura contro l’inflazione. Anche MicroStrategy, un’azienda statunitense quotata in borsa da un miliardo di dollari, ha recentemente acquistato 250 milioni di dollari di Bitcoin come attività di tesoreria primaria.

Le forti performance di Bitcoin rispetto a tutte le valute globali da un anno all’altro potrebbero rafforzare l’argomentazione che BTC si sta evolvendo come un deposito di valore.

È anche importante notare che il prezzo del Bitcoin

È anche importante notare che il prezzo del Bitcoin è sceso più di qualsiasi altra merce o indice nel marzo 2020. Questo si è verificato quando il prezzo è sceso del 65% a 3.596 dollari su BitMEX.

Nonostante questo, il Bitcoin ha rimbalzato fortemente, registrando un massimo annuale di oltre 12.400 dollari e registrando un guadagno del 244% su base annua al picco del mese.

Sottolineando il forte slancio di BTC, ha aggiunto l’analista pseudonimo:

„Bitcoin è crollato più forte di qualsiasi altra merce o indice all’inizio di quest’anno. Pochissimi indici o attività hanno recuperato tali perdite. Nel frattempo, il Bitcoin è in rialzo in tutte le valute da metà febbraio. Dal 6% in Svezia al 50% in Brasile e Zambia“.

Sulla base dell’andamento positivo dei prezzi di BTC e della sua forte performance rispetto alle valute di riserva, gli strateghi ritengono che il Bitcoin potrebbe continuare a prosperare nell’attuale incertezza economica.

Meltem Demirors, il chief strategy officer di CoinShares, ha dichiarato:

„Dove si colloca il Bitcoin nel ciclo economico? Durante i periodi di incertezza economica e di debolezza del dollaro, è probabile che il Bitcoin ne tragga beneficio allo stesso modo dell’oro. Se la finanziarizzazione del bitcoin continua, non potrà rimanere isolata dal sistema finanziario“.

Alcuni analisti sostengono che, invece di un aumento sostanziale del valore del Bitcoin, il valore delle valute globali è diminuito rispetto a BTC e ad altri asset come l’oro.